Il lato sociale della corsa

Troppo spesso lo sport viene relegato a tema di seconda categoria ignorando i benefici che può apportare a breve, medio e lungo termine. Non parliamo ovviamente dei successi sportivi, importanti senza dubbio, ma solo un tassello dell’universo sport.

Pensiamo infatti all’idea di allenarsi ogni giorno con ragazze e ragazzi del nostro quartiere, del nostro comune, della nostra provincia o perché no provenienti da una qualsiasi parte del mondo. Il beneficio che può apportare ai piccoli atleti è a 360 gradi; nel carattere innanzitutto, nella capacità di socializzare, nell’accettare la vittoria e la sconfitta, nel fare squadra; nell’aiutare il compagno di allenamento quando è in difficoltà.

Ed ecco quindi che la corsa mette tutti sullo stesso piano; ognuno ai suoi livelli ovviamente. Ma al netto delle capacità e delle perfomance l’attività di mettersi in gioco, di allenarsi, di faticare accomuna chi vince la maratona olimpica, chi arriva ultimo alla maratona che si svolge nella sua città, chi esce dall’ufficio e non vede l’ora di andare al parco ad allenarsi con gli amici e anche chi corre per scaricare tensioni e problemi accumulati.  Il filo conduttore è sapere che la corsa non può far altro che farti stare bene con te stesso e con gli altri che fanno parte della tua stessa comunità e sentirsi parte di una comunità è motivante e rassicurante. Correre in gruppo aiuta per esempio a conoscere nuove persone e consolidare amicizie per correre oggi da solo, domani in due e la settimana prossima in tanti!

E sono proprio questi i pilastri su cui Geopard si fonda, l’unire il lato sportivo e sociale della corsa e dello sport per il benessere personale e di comunità.

#bethesportsideofyourcity #BeActive #geopardproject #geopardbyfidal
FOLLOW US ON: Instagram @geopardproject | Facebook @geopardoproject | YouTube GEOpard project